Posts Tagged ‘papa alla sapienza’

Il sapere e la pratica

29 ottobre , 2008

c’è un toro, che va preso per due corna: da una parte c’è la specializzazione settoriale. la specializzazione è, come altre cose, un fatto di potere e conoscenza: quando in un campo si ampliano le pratiche la cui finalità e la cui tecnica è definita dal riferimento superiore ad una “disciplina”, inevitabilmente in quell’ambito di pratica ha luogo una conoscenza più approfondita: il fatto che esistano degli specialisti si fonda sulla circostanza che l’approfondimento della conoscenza di un oggetto è così progredito che esso ha trovato delle sue proprie categorie che lo specialista fa interagire tra loro, delle quali conosce i punti problematici e attraverso le quali ritiene di poter intervenire sulla realtà con una buona dose di possibilità di successo. ma le pratiche si ampliano non solo per un approfondimento “verticale”, per una osservazione che sempre più si insinua nelle strutture più profonde del problema. questo mi sembra un concetto parecchio foucaultiano: l’approfondimento della conoscenza- pratica su un oggetto è anche consentito dall’ampliamento orizzontale delle circostanze concrete che vengono a ricadere entro l’ambito della disciplina in questione. i due movimenti sono inscindibilmente legati; punto focale per scorgere il legame è il modello di legittimazione della pratica specifica che produce gli specialisti: cioè la sua forma specifica di verità che si costruisce attorno alla pratica. se la pratica si amplia finendo ad includere nel suo operato situazioni e oggetti sempre nuovi, lo specifico sapere collegato a quella pratica si amplia ( in un contesto di legittimazione scientifica; se fossimo, per esempio, in un modello “classico” – naturalismo rinascimentale – avremmo un approfondimento di una conoscenza analogica: un ampliamento dei riferimenti rappresentativi per una allegoria, le cui caratteristiche strutturali, per quanto in profondità indagate, non modificano il modello di riferimento). la specializzazione settoriale, quindi, procede con l’ampliamento della legittimità che ad un sapere scientifico viene riconosciuta nella società; dipende dal fatto che tale legittimità consenta l’adozione di specifiche pratiche su un novero crescente di oggetti; si accompagna con l’emergere di una classe di specialisti che applicano tale sapere con delle finalità specifiche (che vengono, quasi sempre puntualmente conseguite: poichè per molti versi un sapere scientifico non ha nulla di dissimile da tutti gli altri sistemi mitico-rituali, con i suoi sacerdoti e le sue trascendenze; e alla legittimità scientifica si accompagna di solito una capacità acquisita dai rituali di agire produttivamente sulla realtà)

ma un toro ha due corna. da una parte c’è la specializzazione, la settorializzazione sempre crescente dei saperi; dall’altro c’è la (more…)